Museo de Cádiz

Categoría: 
Musei
Zona: 
Plaza de Mina
Museo de Cádiz

L'origine del Museo de Cádiz, inizia con la Desmortización di Mendizabal (legge sull'espropriazione dei beni del clero) nel 1835 e il deposito, presso l'Accademia di Belle Arti della città, di una serie di dipinti provenienti da vari conventi secolarizzati. Tra queste opere si trovava la serie di Zurbarán, originaria dalla Certosa di Jerez de la Frontera. Intanto, attorno all'Accademia di Belle Arti, per tutto il XIX secolo, si iniziò a raccogliere una serie di opere della fiorente scuola di pittura di Cadice, aventi le ultime reminiscenze del neoclassicismo, romanticismo, costumbrismo e il quadro della storia.
La scoperta casuale, avvenuta nel 1887, del sarcofago antropoide fenicio maschile nei terreni dell'attuale cantiere navale di Cadice, ha segnato il punto di partenza della collezione archeologica. La sezione di Archeologia del museo è suddivisa in sale, all'interno delle quali viene esposta l'evoluzione della provincia di Cadice, dalla preistoria, attraverso il Gadir fenicio - punico, fino alla Gades e Baelo Claudia romanas. In questa sezione, oltre ai suggestivi sarcofagi antropoidi fenici, risaltano, per la loro importanza, gli oggetti funebri e i corredi punici e fenici che sono stati recuperati a Cadice e presso il santuario di Melkart - Ercole a Sancti Petri e presso il Villaggio di Doña Blanca nel Porto di Santa María, così come i resti romani originari di Cadice, Medina Sidonia, Sancti Petri e Baelo Claudia, fra i quali si distingue la spettacolare collezione di statue.
La sezione di Belle Arti è anch'essa suddivisa in sale e implica un percorso attraverso la pittura dal XVI secolo fino ai nostri giorni. Fra queste, è importante notare le opere fiamminghe e spagnole del XVI secolo, le opere realizzate da Zurbarán per la certosa di Jerez tra il 1637 e 1639, vari dipinti di Murillo e dei suoi discepoli all'interno della collezione barocca o un dipinto di Joan Miró nella sezione di Arte Contemporanea.
La Casa Pinillos è un edificio ubicato nei pressi del Museo a esso collegato.  L'adeguamento di quest'immobile e la sua integrazione al museo per Cadice, significa l'acquisizione di uno spazio nuovo e moderno di uso culturale, con circa 1600 m2 di superficie. Il museo di Cadice, apre al pubblico le porte di questo nuovo edificio, grazie alla generosa donazione della signora Carmen Martinez de Pinillo y Toro, che nel 2004 donò la sua abitazione per l'ampliamento del Museo. Nel 2009 è stato avviato il procedimento per la ristrutturazione dell'abitazione, di grande valore storico, per trattarsi di un ottimo esempio di casa borghese dei primi anni del XVIII secolo.

Horario: 

ORARIO INVERNALE: da martedì a sabato dalle ore 10:00 alle 20:30. Domenica e festivi, aperto dalle ore 10:00 alle 17:00. Lunedì chiuso. ORARIO ESTIVO: da giugno a settembre: Da martedì a sabato dalle ore 9:00 alle 15:00. Domenica e festivi aperto dalle ore 10:00 alle 17:00. Lunedì chiuso. Festivi chiuso: 1º gennaio, 1º maggio e 25 dicembre.

Tarifas: 

Gratuito per i cittadini dell'Unione Europea, il resto 1,5 €

Servicios: 
Climate-control premises
Pets not welcome
Assisted access
WC
Adapted WC
Cash
Dirección: 
Plza. de Mina s/n (Acceso adaptado)
Teléfono: 
+34 856 105 023
Perfil de Facebook: 
https://www.facebook.com/museocadiz/
Perfil de Twitter: 
@museocadiz

Eventos en este espacio cultural.

21/09/2017
"el Legado Del Mar"
La relación de Cádiz con el mar y con el comercio marítimo se refleja en el extenso patrimonio...
Horario: De martes a sábados de 9:00 a 20:00 horas, los domingos y festivos de 9:00 a 15:00 horas
Leer+

Location

Javascript is required to view this map.