Resti dell´acquedotto romano

Categoría: 
Giacimenti archeologici
Zona: 
Avenida
Resti dell´acquedotto romano

Il gaditano Balbo il Maggiore, incaricò la costruzione di un acquedotto per rifornire d'acqua la Neápolis o città nuova costruita nel I secolo a.C. sul luogo ora occupato dai quartieri di Santa María e il Pópulo. L'acquedotto era rifornito dalla sorgente di Tempúl e percorreva più di cinquanta chilometri fino a Gades. Era dotato di sezioni sopraelevate e sotterranee per raggiungere la pressione adeguata del liquido fino a raggiungere i grandi serbatoi situati vicino alla Puerta de Tierra.  L'ultima sezione era formata da blocchi di pietra, perforati all'interno, attraverso i quali passava la tubatura di piombo. Vicino a questo luogo, nei giardini di Varela, erano conservati i resti di un edificio, anch'esso di epoca romana, con il cortile porticato. 
I resti dell'acquedotto, ora esposti, provengono dai resti ritrovati sulla spiaggia di Cortadura.

 

Dirección: 
Plaza Asdrúbal, s/n
Teléfono: 
+34 956 241 001
Correo electrónico: 
Perfil de Facebook: 
https://es-es.facebook.com/visitcadiz
Perfil de Twitter: 
https://twitter.com/VisitCadiz

Location